Tag

, , , ,

E’ stato presentato ieri, dal Presidente del Gruppo Industriale Maccaferri, Gaetano Maccaferri e dall’Amministratore Delegato di Manifatture Sigaro Toscano, Piero Tamburini, alla presenza del Sindaco Marco Galdi, il nuovo impianto di trigenerazione installato presso lo stabilimento di Cava de’ Tirreni. L’impianto di trigenerazione, realizzato dalla società ENPLUS Italia, permetterà allo stabilimento di avere una produzione combinata e simultanea di energia elettrica, calore e freddo, al fine di utilizzare questi tre vettori per la produzione energetica dello stabilimento. Da rilevare, inoltre, che tale impianto è realizzato in esecuzione “indoor” e perfettamente integrato negli assetti costruttivi preesistenti della Manifattura. Gaetano Maccaferri, Presidente del Gruppo Industriale Maccaferri, ha dichiarato: “Tradizione e tecnologia sono due parole che il nostro Gruppo ha fatto proprie; dopo l’impianto fotovoltaico sul tetto della manifattura di Lucca –uno tra i più estesi d’Italia con ben 9.384 pannelli per una superficie di circa 35.000 m2 – questa nuova importante innovazione tecnologica di Cava de’ Tirreni ribadisce l’importanza strategica che le politiche di salvaguardia ambientale rappresentano per il Gruppo Industriale Maccaferri, azionista di riferimento del marchio Toscano dal 2006”. Le manifatture di Cava de’ Tirreni e di Lucca rappresentano il cuore della produzione di uno dei simboli del ‘Made in Italy’ più apprezzati al mondo. “Abbiamo voluto dotare il nostro stabilimento di un impianto di trigenerazione, perché è la tecnologia moderna che si sta affermando nel settore della produzione indipendente per le industrie – ha dichiarato Piero Tamburini – Il grande successo di questi ultimi dieci anni dei sigari Toscanello aromatizzati ha fatto della manifattura di Cava un centro di eccellenza all’avanguardia a livello europeo. Uno stabilimento dove inoltre vengono prodotti i sigari Pedroni e l’ultimo nato della famiglia dei Sigari Toscanello: lo “Scelto”, un nuovo sigaro ammezzato naturale, che nasce da una selezione accurata di tabacchi Kentucky nazionali. “La manifattura di Cava de’ Tirreni ha, fin dal 1912, recitato un ruolo centrale nell’economia e nell’assetto sociale della città– ha dichiarato il Sindaco Marco Galdi – Questo nuovo impianto, vista la posizione centrale della fabbrica, contribuisce al miglioramento ambientale e realizza un obbiettivo condiviso e apprezzato dalla nostra amministrazione. La nostra città avrà minori emissioni di CO2 grazie all’eliminazione dei vecchi impianti dell’opificio per la lavorazione dei tabacchi, che bruciavano oli combustibili, a favore dell’utilizzo del metano, combustibile pulito”. Sul perché della collaborazione con Manifatture Sigaro Toscano, Roberto Gozzoli, Amministratore Delegato di ENPLUS ITALIA Srl, società responsabile della costruzione dell’impianto di Cava, ha dichiarato: “Ci tengo a manifestare la nostra soddisfazione nel lavorare con MST, azienda che rappresenta un’eccellenza del “prodotto italiano”. L’impianto di trigenerazione della Manifattura di Cava de’ Tirreni è un esempio di come, in Italia, si possano progettare, sviluppare e realizzare applicazioni volte al risparmio energetico e alla sostenibilità, basandoci sull’esperienza e sulla conoscenza delle regole e della tecnica”.

fonte

Annunci