Tag

, , , , , ,

Se sigari sono la vostra passione, è necessario almeno una voilta visitare la città di Tampa, sulla costa occidentale della Florida, lungo il Golfo del Messico.

Tampa,  un piccolo villaggio di pescatori, si trasforma in un luogo di villeggiatura alla fine del 1800.

Nello stesso periodo, Key West, al largo della punta meridionale della penisola della Florida, divenne il centro dell’industria del sigaro.

A causa delle tensioni fra Spagna e gli Stati uniti tante fabbriche dall’isola si era spostate qui.

Quando queste tensioni si diffusero a Key West, e alcune fabbriche furono bruciate, gli amministratori  di Tampa invitarono i più grandi produttori di sigari, Don Vicente e Martinez Ybor, a trasferirsi lì.
Nel loro primo anno, i lavoratori delle due piccole fabbriche arrotolavano a mano oltre 1 milione di sigari. E poco dopo, il quartiere lungomare che divenne noto come Ybor City aveva 250 fabbriche di sigari.

Nei giorni in cui milioni di uomini fumavano sigari al lavoro e a casa, Ybor City era la capitale indiscussa del mondo del sigaro, e marchi come Have-a-Tampa divennero nomi familiari.

Ma dal 1960, la produzione del sigaro era diventato altamente meccanizzata, il governo aveva fortemente  tassato i prodotti del tabacco, e l’importazione di tabacco a foglia dalla Cuba comunista era proibito.

A centinaia, le fabbriche di sigari di Tampa chiusero, e Ybor City divenne uno quartiere fantasma.

Ma adessoc’è stat una enorme rinascita- e non solo perché più di una dozzina di piccole fabbriche  di tabacco sono tornate di nuovo. Ybor City è piena di ristoranti, locali notturni e gallerie d’arte.

Nelle notti di fine settimana, come un artista ci ha detto, è come se si svolgesse continuamente un Carnevale senza maschere.

Merita sicuramente una visita da noi appassioniti di tabacco

fonte

Annunci