Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

“Prodotta mediante ridistillazione della flemma con metodo brevettato Segnana, prevede l’affinamento del prodotto per almeno cinque anni in botti utilizzate per l’invecchiamento di Sherry della spagnola Gonzalez-Byass.. La grappa di partenza prevede un blend al 60% di grappa proveniente da vinaccia di Chardonnay dello Spumante Ferrari ed al 40% di vinaccia di uva Schiava che dona al prodotto una ineguagliabile delicatezza ed eleganza. L’eterea vinosità della grappa è frutto dell’intenso aroma ereditato dalle botti di Sherry che le conferiscono anche la tipica colorazione ambrata.” Alla vista si presenta limpida e di colore ambra chiaro. Al naso le fragranze della botte si fanno evidenti, vaniglia, frutta secca, ciliegie sotto spirito, ma anche tabacco dolce e miele d’acacia. In bocca è asciutta con un retrogusto molto persistenti, l’alcool si presenta intenso ma ben equilibrato, è un prodotto morbido. In apertura predomina la frutta secca, ma affiorano subito sentori di frutta, ciliegia in primis ma anche un leggero sentore di banana, nocciole e vini passiti. E’ presente un affumicato molto leggero che si esalta splendidamente nella degustazione assieme al Toscano Soldati quello che secondo me è il miglior sigaro da abbinare con questa grappa morbidissima. Il Toscano Soldati è il frutto di innovazione e tradizione, dedicato a Mario Soldati, rispecchia il Toscano che Mario aveva sempre sognato di poter fumare, la fascia marrone chiarissimo e brillante, si presenta liscia e setosa quasi priva di venature grazie alla selezione dei migliori tabacchi campani. Al naso il profumo è lieve, con sentori soavi di legno. In bocca esibisce inaspettatamente note dolci che richiamano il cioccolato, la liquirizia e il miele. In abbinamento con la Sherry Cask esalta come detto una nota leggera di affumicatura, ma fa letteralmente esplodere le note dolci della grappa creando nel nostro palato una sinfonia melodiosa di aromi e lasciandoci nel retrogusto la nostalgia dell’attimo passato. Abbinamento autunnale, non per forza dopo cena, ma esaltato davanti ad un fuoco di legna ascoltando magari il Concerto per flauto in sol maggiore di Giovanni Battista Pergolesi.

Annunci