Tag

, , , , ,

Immergersi in una storia ha sempre un significato, ma quando troviamo degli squarci nel tessuto spazio temporale, e scopriamo che alcune realtà sopravvivono e crescono soltanto grazie a degli errori dobbiamo essere grati alla teoria del caso.

cito da wikipedia: “Cospaia è stata per diversi secoli una minuscola repubblica indipendente, posta fra lo Stato della Chiesa e la Repubblica di Firenze (poi il Granducato di Toscana). Ottenne, inaspettatamente, l’indipendenza nel 1441, quando il papa Eugenio IV, impegnato nella lotta con il Concilio di Basilea, cedette il territorio di Borgo San Sepolcro alla Repubblica di Firenze. Per errore, nella designazione del confine, una piccola striscia di terreno non venne inclusa nel trattato che delimitava i confini, e i relativi abitanti dichiararono prontamente l’indipendenza. L’equivoco nacque dal fatto che il fiume che doveva delimitare il confine (semplicemente chiamato “Rio”) aveva un fiume omonimo a circa 500 metri dall’altro. Si creò così una terra di nessuno che fu dichiarata indipendente e riconosciuta nel 1484.Cospaia aveva anche una bandiera ufficiale, che tuttora in certe occasioni viene utilizzata.Sebbene il territorio si estendesse su appena 330 ettari (2 chilometri di lunghezza per circa 500 m di larghezza), gli abitanti fecero tesoro della situazione e ne approfittarono per sviluppare fra i primi in Italia la coltivazione del tabacco. Tuttora, alcune varietà di tabacco vengono definite con il nome di cospaia.Dopo diversi secoli di esistenza, Cospaia, amministrata da un consiglio popolare, si ridusse però a un mero ricettacolo di contrabbandieri, così che il 26 giugno 1826, ottenuto un atto di sottomissione da parte di quattordici rappresentanti del territorio, esso venne a far parte dello Stato della Chiesa.”

Oggi : 18.30 Villa Magherini-Graziani
Degustazione di Sigaro Toscano, in abbinamento alla birra dello “Stato Pontificio” e lo spumante secco del “Gran Ducato di Toscana”. Con la collaborazione del centro di formazione G.O. Bufalini. Su prenotazione. Euro 7.00 aperitivo e sigaro toscano.

Domani: 16.00 Villa Magherini-Graziani
Degustazione di Sigaro Toscano, in abbinamento al vino dolce del “Gran Ducato di Toscana” e il vinsanto dello “Stato Pontificio”. Con la collaborazione dell’Istituto Alberghiero F. Cavallotti. Su prenotazione. Euro 7.00 aperitivo e sigaro toscano.

Vi terrò informati

tabacco

Annunci